PROGETTO

 IL RITROVAMENTO DELL’EDIPO RE: UNA PICCOLA STORIA FAMILIARE


La famiglia Righetti salvò nel 2011 Edipo Re da una triste sorte in Croazia. I genitori Angelo e Francesca, i figli Sibylle e Riccardo, l’hanno restaurata grazie all’aiuto di Vanni (il Carpentiere), Enrico Vianello (il Capitano), i ragazzi del Centro di Don Orione e Marina Fiorita (Venezia) dove è ormeggiata l’imbarcazione. Abbandonata ed inutilizzata per decenni, Edipo Re è tornata ad essere “barca”, luogo e mezzo di trasporto di persone, merci, idee grazie ad Impresa a Rete, una delle più vecchie  Cooperative Sociali italiane, che, dopo averla fatta restaurare, le ha restituito un nuove orizzonte.


APPROFONDIMENTI: Sulla barca dell’amore tra Pasolini e la Callas

I ragazzi del Don Orione

 

Affinchè si continui a navigare, insieme!

EDIPO RE s.r.l. Sociale

Sibylle Righetti

Presidente

Enrico Vianello

Vice presidente