premio edipo re

Premio per l'inclusione Edipo Re

Sinusoide

Il premio, istituito sulla base del “Manifesto per l’Inclusione” promosso in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova,  sostenuto da Impresa a Rete, sotto la direzione artistica di Silvia Jop e Riccardo Biadene con Kama Productions, a partire dall’edizione 2018 rientra tra i premi collaterali ufficiali della Mostra Intenrazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

 

Il premio viene conferito in virtù delle capacità di realizzare e sviluppare uno sguardo che sappia riprodurre, diffondere e tutelare realtà e pratiche inclusive, per ridurre il numero di coloro che sono a rischio di espulsione dal lavoro, dalla formazione, dalle comunità  o che potrebbero vedersi negato o affievolito il diritto alla cittadinanza attiva.

A partire dall’edizione 2019, sono state sviluppate tre diverse declinazioni del premio:

 

Premio per l’Inclusione Edipo Re – premio collaterale Biennale Cinema che viene attribuito, da parte di una giuria di tre figure rilevanti nel panorama culturale italiano e internazionale che si sono distinte per il loro impegno sul fronte sociale e artistico, a uno dei film presentati in una delle 4 sezioni in concorso nell’edizione della Mostra del Cinema in corso (Concorso Internazionale, Orizzonti, Settimana Internazionale della Critica, Giornate Degli Autori

 

-> Il premio consiste nella distribuzione del film nelle sale di 5 città italiane.

 

 

Il Premio per l’Inclusione Edipo Re alla Carriera, conferito a una figura che nel panorama cinematografico mondiale si è distinta nel corso della sua carriera per un approccio fortemente inclusivo e attento all’alterità come spazio di sviluppo di uno sguardo nuovo e aperto alle diversità.

 

Il premio è organizzato in collaborazione con le Giornate Degli Autori

 

 

Premio per l’Inclusione Edipo Re Human Rights, conferito a una figura che nel panorama culturale internazionale, si è distinta per un approccio inclusivo e volto alla promozione dei diritti umani.

 

 

–  –  –  –

 

 

I PREMI CONFERITI

 

Nel 2017 la nascita del premio ha costituito l’elemento fondativo dell’identità dell’intera rassegna. Nella sua declinazione originaria infatti, di unico premio, il riconoscimento è stato attribuito a una pluralità di figure appartenenti a diversi ambiti artistici, dando così il via alla pluralità di sguardi che caratterizzano Isola Edipo.

 

 

Il premio dunque è stato conferito a Frederick Wiseman, Dacia Maraini, Pippo Del Bono, Vasco Rossi, Valentina Pedicini, Pia Covre e Carla Corso, Emilio Isgrò, Carlo Messina, Angelo Vescovi, Gregoire Ahongbonon, Fondazione con il Sud, Rete Stop OPG.

 

 

Nel 2018, l’inserimento del premio tra i premi collaterali della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, ha generato la necessità della costituzione di una giuria. In questa prima edizione la giuria è stata composta da:

 

Il Premio per l’Inclusione Edipo Re 2018 è stato conferito al film: Lissa ammetsajjel / Still Recording di Saaed Al Batal, Ghiath Ayoub

 

 

 

Motivazione
Un film che sconfina in territori materiali e immateriali, tenendo sempre il filo di una costante tensione emotiva e narrativa che coinvolge chi guarda in un’esperienza cinematografica in cui è protagonista uno sguardo libero e necessario.

 

 

 

Il Premio per l’Inclusione Edipo Re 2018 alla carriera è stato conferito al regista e fotografo:

 

RAYMOND DEPARDON

 

 

Motivazione


Per la capacità di esercitare nel tempo uno sguardo capace
di evidenziare attraverso il racconto di paesaggi di nature
diverse, percorsi di liberazione e contesti di negazione attraverso un esercizio del linguaggio cinematografico e fotografico stupefacenti.

 

 

 

Un Manifesto per l’inclusione

PREMIO PER L’INCLUSIONE
EDIPO RE
ALLA CARRIERA


a Raymond Depardon