ISOLA EDIPO 2020

ISOLA EDIPO RELOADED
CINEMA, ARTI, ATTUALITÀ
all’insegna dei diritti e della sostenibilitàaccompagnati dal Social Food Festival della Rete Internazionale dell’Economia Sociale
L’edizione 2020 di Isola Edipo, promossa dalla Edipo Re Impresa Sociale di Sibylle Righetti e Enrico Vianello, sotto la direzione artistica di Silvia Jop, sarà caratterizzata dal consolidamento della partnership con le Giornate degli Autori e con MYmovies.Accanto alla nuova edizione del Premio per l’Inclusione Edipo Repremio collaterale ufficiale di Venezia 77, promosso con Res-Int, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e la partecipazione di MYmovies – con una giuria composta dalla giornalista e critica letteraria Annalena Benini, dall’attrice Esther Elisha e dall’artista visiva Rädi Martino – e alla nuova edizione dell’appuntamentodedicato al Cinema dell’inclusione: omaggio ai maestri e alle maestre del cinema internazionale, che quest’anno verrà dedicato alla regista Liliana Cavani, a costituire il punto nevralgico della programmazione di Isola Edipo 2020 sarà  il nuovo spazio di proiezione 
NOTTI VENEZIANE – L’Isola degli Autori, realizzato in collaborazione con le Giornate Degli Autori.L’Isola degli Autori ospiterà una selezione di 11 titoli in anteprima mondiale e italiana,  e un evento speciale, dedicati ad arti, corpi e territori. La selezione, sotto la direzione artistica di Gaia Furer e Silvia Jop, raccoglie il filo rosso delle NOTTI VENEZIANE curate nel tempo dalle Giornate degli Autori e il lavoro di ricerca sviluppato negli ultimi anni da Isola Edipo, dedicato all’indagine del rapporto tra linguaggio cinematografico, arti e i diritti con uno sguardo particolare rivolto al cinema restaurato. Punto nevralgico di tutta la rassegna sarà il Social Food Festival in collaborazione con Consorzio Sale Della Terra che raccoglierà tutte le aziende agricole e le cooperative sociali riunite nella Res-Int, grazie al sostegno di Nonno Nanni, Gnocchi Mamma Emma, Unifarco, all’avanguardia nella ricerca naturale e scientifica dei liquidi disinfettanti, l’azienda Personal Time e Dimensioni A3, sponsor tecnici caratterizzati da qualità e ecosostenibilità.Appuntamento serale del Social Food Festival, un programma off di incontri laboratoriali rivolti al sociale, ai diritti e alle culture indipendenti dal titolo ABAT-JOUR caratterizzato dall’assenza di amplificazione e da una costellazione di luci in armonia con l’ambiente circostante.
LE NOTTI VENEZIANE – ISOLA DEGLI AUTORI: il programma
La nuova sezione avrà luogo in un nuova sala nel panorama del Festival (in via Pietro Buratti 1, Lido di Venezia).Con una sola eccezione a confermare la regola (To the Moon, ode alla luna poetica e suggestiva dell’irlandese Tadhg O’Sullivan), abbiamo voluto dedicare lo spazio dell’Isola agli autori italiani.L’arte teatrale è inquadrata dal retroattivo focus 50 – Santarcangelo Festival di Michele Mellara e Alessandro Rossi, carrellata di corpi, opinioni, spettacoli, dalla prima alla più recente edizione del più celebre festival teatrale italiano. Il teatro si fa spazio tra le Notti Veneziane anche con l’opera Occident Express, da un testo di Stefano Massini, realizzato da Ottavia Piccolo: in scena sul palco accompagnata da illustrazioni visionarie e musiche dal vivo. In Agalma l’esordiente Doriana Monaco, con la complicità  di Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni, osserva l’infinita fabbrica del Museo Archeologico di Napoli. La Musica si celebra in tre Notti veneziane. Meravigliosamente restaurato in 4K e distribuito in Italia dalla Reading Bloom, è Say Amen, Somebody (1981) di George T. Nierenberg, viaggio fra i pionieri della musica Gospel. È l’evento speciale della selezione, la rievocazione dell’evento musicale del secolo scorso Pink Floyd a Venezia, il concerto indimenticabile trasmesso in mondovisione Rai il 15 luglio 1989 con la band-mito piazzata su un palco galleggiante nel bacino di San Marco circondato da 200mila spettatori. La proiezione è realizzata in collaborazione con Floydseum, e verrà introdotta da Fran Tommasi, l’organizzatore che all’epoca ideò il grande concerto. È James di Andrea Della Monica, un ritratto di vita made in Naples del sassofonista blues-jazz James Senese, che al Lido offrirà  un essenziale showcase della sua più che 50ennale carriera. E uno speciale tocco musicale illumina anche l’unico film di finzione del programma, Est di Antonio Pisu, che inaugurerà le Notti Veneziane riportandoci al fatidico 1989. Protagonisti tre giovani italiani – uno lo interpreta Lodo Guenzi, voce e chitarra di Lo Stato Sociale – che in Romania incontrano cittadini non ancora liberi ma pronti a un futuro diverso. In una di queste “Certe Notti” l’attualità  della pandemia fa da sfondo alla voce quasi onnipresente, emotiva e sospesa, di Elisa Fuksas che con il suo iSola (nomen omen) firma un ritratto intimo, coraggioso e fragile. Due i corti delle Notti Veneziane – Isola degli Autori realizzati in tempo di pandemia ma capaci di andare oltre a uno sguardo didascalico e retorico nel raccontare una rielaborata relazione tra vicinanza e distanza. Si tratta del corto di animazione Solitaire, dell’attore e regista Edoardo Natoli, in cui, grazie alla leggerezza di un tratto ironico e dolce, esploriamo i confini del corpo, dell’età  e dell’architettura, imparando a superarli; e di En ce moment, una piccola e delicata opera della fotografa Serena Vittorini, accompagnata al montaggio da Esmeralda Calabria, capace di raccontare alcuni degli anfratti più intimi di un amore tra due donne, portatore delle contraddizioni degli amori di tutte e tutti noi.
TEATRO GOLDONI: L’OMAGGIO AL CINEMA DELL’INCLUSIONE CON LILIANA CAVANI E IL CINEMA DELLE DONNE
Il 7 settembre il Teatro Goldoni di Venezia, cuore scenico della città d’acqua, darà spazio al cinema delle donne: in occasione dell’appuntamento dedicato al Cinema dell’Inclusione, omaggio ai maestri e alle maestre del cinema Internazionale, al suo quarto anno in collaborazione con le Giornate degli Autori e rivolto quest’anno alla regista Liliana Cavani, di cui verrà proiettato il film “Il gioco di Ripley”, verrà presentato in anteprima mondiale l’ultimo lavoro del regista Peter Marcias Nilde Iotti, il tempo delle donne”.
ABAT JOUR – IL PROGRAMMA OFF DI ISOLA EDIPO
Scienze, culture, attualità, diritti, incontri laboratoriali a luci accese e microfoni spenti. Gli appuntamenti a Riva Corinto 1, Lido di Venezia. 
Come da tradizione, Isola Edipo anche quest’anno pone al centro del dibattito, diritti, sostenibilità e cultura, declinati all’interno di un format di natura laboratoriale. Una scelta data da una duplice motivazione: da un lato, la necessità di mantenere spazi e distanze a causa della lunga coda della pandemia; dall’altro, la rinnovata necessità di riattivare spazi di reciprocità dove possano svilupparsi percorsi di ricerca condivisa attorno ad alcuni dei temi oggi più rilevanti.
Protagoniste di questo calendario serale, saranno alcune delle realtà impegnate in Italia e sul territorio nello sviluppo di attività di promozione sociale, culturale e scientifica.
Nella serata di apertura, oltre al Premio BookCiak, Azione!, a Isola Edipo si incontrano i principali rappresentanti del percorso avviatosi in tempi di lockdown attorno alla costruzione del manifesto Appello della Società civile per la ricostruzione di un welfare a misura di tutte le persone e dei territori. Un manifesto che ha stimolato la pubblicazione realizzata in collaborazione con la rivista «Vita No Profit», dal titolo Per un nuovo Welfare – Le proposte della società civile, e ha avviato un percorso di legge in via di approvazione dedicato ai budget di salute come modello alternativo di gestione della salute del territorio. Tra i promotori: Rete Internazionale dell’Economia SocialeConsorzio Sale della TerraACLIAssociazione Nazionale Bioagricoltura SocialeLegambienteScuola di Economia Civile. Il settore della ricerca scientifica è rappresentato da Revert Onlus, realtà all’avanguardia sullo studio delle cellule staminali cerebrali, impegnata nello sviluppo di percorsi innovativi nell’ambito della cura alle malattie neurodegenerative.
Grazie alla collaborazione con le Giornate degli Autori, il cinema è presente con il regista Oliver Stone che porta a Isola Edipo il libro autobiografico, Cercando la luce. Scrivere, dirigere e sopravvivere (La Nave di Teseo). Incontro moderato da Silvia Bizio. Editoria e cinema sono protagonisti anche in occasione della presentazione del libro Il cielo rovesciato. Rifrazioni tra reale e immaginario nel cinema di Mario Balsamo (Bulzoni Editore) di Fabrizio Croce e Sabina Curti. Oltre agli autori e al regista, interviene Emanuela Martini. Con le Giornate degli Autori si condivide anche la serata musicale in compagnia di Vinicio Capossela.
Al cinema del territorio, infine, è dedicato uno spazio privilegiato all’interno della cornice di Isola Edipo: ponte tra Venezia e il Festival. La rassegna ospita i protagonisti delle esperienze indipendenti dedicate alla costruzione di piccoli festival cinematografici itineranti e “galleggianti”, sviluppatisi negli ultimi mesi in modo esponenziale nel centro storico svuotato della programmazione istituzionale a causa della pandemia, e divenuti protagonisti di una rinascita radicale del territorio.
A chiudere la serie di appuntamenti, sono la presentazione del libro Edipo Re – A forza di sognare, alla presenza di Concita De Gregorio, che ha curato l’introduzione al volume a cui hanno partecipato, tra gli altri, Dacia Maraini, Ninetto Davoli e i fotografi Gianni Berengo Gardin e Roberto Villa, e l’inaugurazione della mostra diffusa dedicata a Pink Floyd – Scatti di un concerto planetario (con fotografie di Guido Harari, Andrea Pattaro, Marco Sabadin, Alcide Boaretto, Bob Hassall) in collaborazione con Floydseum.
La partecipazione agli incontri è possibile previa prenotazione all’indirizzo mail prenotazioni@edipore.it. Si prega di indicare nell’oggetto della mail il giorno e il titolo dell’evento. Ogni incontro è trasmesso in streaming sui canali social del soggetto promotore. Tutti gli incontri si svolgono all’aperto nel rispetto delle norme anti covid vigenti e nel rispetto delle distanze di sicurezza. Gli ambienti sono inoltre sanificati grazie alla collaborazione con UNIFARCO.

Info e contattiinfo@edipore.it+393479796490