Edizioni Precedenti

Edizioni Precedenti

Sinusoide

Edipo Re è una storica imbarcazione (a vela e a motore) che Pier Paolo Pasolini ha condiviso con il pittore Giuseppe Zigaina, utilizzandola come luogo d’ispirazione per le sue opere, spazio famigliare e conviviale per artisti e intellettuali, “backstage” per alcuni suoi film.

 

Abbandonata e inutilizzata per decenni, Edipo Re è tornata ad essere “barca”, luogo e mezzo di trasporto di persone, merci, idee grazie ad Impresa a Rete, divenutane sua proprietaria, una delle più vecchie cooperative sociali italiane, gestore della Rete dell’Economia Sociale Internazionale – ResInt, la prima rete di imprese sociali che coinvolge migliaia di persone grazie a centinaia di imprese, organizzazioni ed enti.

 

Impresa a Rete opera per la promozione dell’economia sociale, il sostegno alle persone con disabilità, alle comunità, ai gruppi familiari, alle organizzazioni associative e imprenditoriali al fine di accrescere nei contesti locali le reti di reciprocità e di fiducia, la capacità di inclusione e lo sviluppo sostenibile, sperimentando ed alimentando modelli innovativi di economia sociale e di welfare di comunità.

 

Da questi presupposti e da queste opere nasce il progetto Edipo Re: l’acquisizione della barca, la predisposizione di progetti d’impresa, cultura, turismo accessibili e sostenibili, la presenza alla Mostra del Cinema di Venezia come luogo simbolo per veicolare i contenuti di tale lavori.

 

Nel 2016 Impresa a Rete ha organizzato un evento denominato “Isola Edipo”, il cui fulcro è stata la barca, simbolo degli “ultimi” come Pasolini definiva i disabili, in concomitanza con le giornate della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre in una location particolare del Lido di Venezia sulla laguna di fronte all’immaginifico scenario della città sull’acqua.

 

L’evento ha riscontrato un particolare successo, sia per quanto riguarda la sentita partecipazione delle Istituzioni, della popolazione locale e dei visitatori della Mostra (flussi di oltre 1.000 presenze giornaliere in orari dalle 17 alle 24) sia per quanto riguarda la quotidiana attenzione dei media.

 

L’edizione del 2017 di Isola Edipo, sulla base dell’esperienza positi- va dell’anno che l’ha preceduta, si è sviluppata ulteriormente ampliando partnership, collaborazioni e attività, generando così una rassegna di dieci giorni creata e sostenuta da Fondazioni ed Enti che lavorano nella promozione del terzo settore, fondando definitivamente un nuovo luogo nel cuore di Venezia, capace di unire in modo innovativo e inedito da un lato la comunità veneziana e il mondo internazionale del cinema – che nell’appuntamento annuale dei dieci giorni della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, attraversano la laguna tra la città e il suo Lido – ; e dall’altro il mondo del sociale, con una connessione fondativa tra l’aspetto delle disabilità e le nuove conseguenti forme di accessibilità e sostenibilità, con il mondo internazionale della cultura in senso ampio e nello specifico con il cinema.

 

Il calendario 2017 si è articolato in un susseguirsi di degustazioni enogastronomiche, incontri e premi culturali, spettacoli e concerti con artisti di livello internazionale.

 

Al cuore di questa edizione sono state:
• la collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, assieme alla quale, sulla base del Manifesto per l’inclusione, redatto da docenti e ricercatori dell’Università a livello internazionale, è stato istituito il Premio per l’inclusione “Edipo Re” conferito ad alcune delle figure più importanti del panorama culturale del nostro paese e non solo,quali: Dacia Maraini, Pippo Del Bono, Frederick Wiseman, Massimo Bottura, Vasco Rossi, Valentina Pedicini, Pia Covre e Carla Corso, Emilio Isgrò, Carlo Messina, Angelo Vescovi, Gregoire Ahongbonon, Fondazione con il Sud e Rete Stop OPG.

 

• il Social Food Festival con le fattorie sociali di Res-Int protagoniste di uno show enogastronomico alla scoperta di gusti e sapori introvabili ed imperdibili, abbinati ad una rassegna di musiche e canti legati ai territori di provenienza delle fattorie con la presentazione giornaliera dei loro prodotti, delle loro realtà e del loro know-how che affonda le radici in una millenaria tradizione di inclusione, quello che Pasolini chiamava il patrimonio della civiltà contadina.

 

Per parlare di disabilità e sessualità, energie rinnovabili, architetture soste- nibili e inclusione sociale, diritti di cittadinanza e della donna, linguaggi e forme di scrittura alternative, diritto alla diversità e culture dell’alimentazione, hanno partecipato all’edizione 2017 tra gli altri: Concita De Gregorio, Gianni Amelio, Tiziano Scarpa, Pippo Del Bono, Alberta Basaglia, Dacia Maraini, Cecilia Mangini, Piera Degli Esposti, Emilio Isgrò, Giovanni Montanaro, Leonardo Di Costanzo, Gualtiero Bertelli, i Tetes de Boise il già Leone d’Oro alla carriera, regista di fama internazionale, Frederick Wiseman.

 

Hanno partecipato inoltre tra gli altri, Rete Stop Opg, Associazione Antigone, Camera Penale di Venezia, Filmmaker Fest, Reading Bloom, CheFare. Edipo Re, nel corso dell’edizione 2017, è stata inoltre teatro d’incontri, conferenze stampa ed eventi organizzati da alcune delle principali case di produzione cinematografiche di fama internazionale che hanno scelto la storica imbarcazione di Pasolini e Zigaina come sede privilegiata per presentare e festeggiare i film che hanno portato a Venezia in occasione della 74. Mostra Internazionale Cinematografica di Venezia.

 

Tra gli altri, hanno parlato di Isola Edipo 2017: Rai 3, Robinson, Repubblica e Radio 2.